Un mondo fragile da maneggiare con cura.

Un giovane di origini lucane ed europeo di attitudine, alla testimonianza del mondo che sta cambiando ed estinguendo.

Destinazioni

30

Partenza

30 gennaio 2018

Giorni

300

Genere

documentario

Introduzione

by Angelo Chiacchio

“Il mondo sta cambiando velocemente e irreversibilmente.

Gran parte delle cose che possiamo vedere, toccare, gustare e vivere oggi sarà probabilmente scomparsa entro i prossimi trent’anni. Così, mentre ero sul punto di compiere 30 anni, ho deciso di prendermi un po’ di tempo per esplorare i luoghi più rari e più fragili della Terra, prima che scompaiano per sempre. L’obiettivo non è necessariamente quello di indagare cause o proporre soluzioni, ma prima di tutto di sperimentare in prima persona il rapporto tra l’Uomo e la Terra e raccontarlo in una forma onesta e poetica usando i miei strumenti preferiti. Spero che questo non sarà solo un’esperienza che segnerà la mia vita, ma anche un’occasione per testimoniare la diversità del mondo e produrre documenti per la posterità.”

Un prezioso viaggio-documentario dato in eredità
Come in tutte le storie di Esopo c’è un inizio, uno svolgimento e un finale con morale. Il documentario di Angelo Chiacchio parte già con una sua morale, che tocca sensibilmente ed interessa tutti.

Viviamo in un mondo meraviglioso, fatto di cultura ed emozioni. Presenziamo da millenni (noi umani) su un pied-à-terre che Madre Natura ci ha lasciato in dote e che noi pian piano stiamo riempiendo, sfruttando, stravolgendo, reciclando e modificando.

Ephemera
Appena ho letto il nome del progetto sono andata alla ricerca del significato della parola ‘Ephemera’. L’etimologia spiega l’origine di un termine greco che significa “effimero” ossia tutto ciò che ha una breve durata.

Per Angelo il tempo è fatto di 300 giorni per 30 destinazioni che toccherà in tutto il mondo. 30 come i suoi anni. Seppur giovane, Angelo è un ragazzo determinato che con il progetto Ephemera insegue il desiderio di testimoniare ciò che nel mondo fra 30 anni, sia che si tratti di un paesaggio o di una cultura, non esisterà probabilmente più.

“Non voglio solo vedere queste cose prima che scompaiano, ma voglio anche che le generazioni future possano conoscerle e ricordarle.”

Le 30 destinazioni di Ephemera
  • Basilicata, Italia
  • Monte Kilimanjaro, Tanzania
  • Isole Maldive
  • Popolo Kazakh, Mongolia
  • Pamukkale, Turchia
  • Popolo Himba, Namibia
  • Penang, Malesia
  • Nepal
  • Houtouwan, Cina
  • Popolo Ainu, Giappone
  • Foresta pluviale del Borneo
  • Micronesia
  • Papua Nuova Guinea
  • Popolo Maori, Nuova Zelanda
  • Alaska
  • Glacier National Park
  • Sky Islands, Arizona (USA)
  • Everglades, Florida (USA)
  • Isole Galapagos, Ecuador
  • Nevado Huascarán (Ande), Perù
  • Salar d’Uyuni, Bolivia
  • Gauchos, Argentina
  • Antartide
  • Monte Roraima
  • Lençóis Maranhenses, Brasile
Una mappa di Kristjana S Williams. A breve ne parlerò…
Sostenere Ephemera
Per realizzare questo progetto Angelo ha utilizzato tutti i suoi risparmi. Non è partito il 30 gennaio da Episcopia, un piccolo comune della Lucania, con un contratto in tasca di qualche grossa casa cinematografica… È semplicemente partito senza vincoli creativi o di direzione editoriale, caratteristici in una produzione tradizionale.

Ma come in tutte le grandi imprese è necessario un supporto economico in aiuto, in particolare, agli aspetti logistici quali spostamenti, assicurazione e attrezzatura.

Come sostenere questo progetto? Basta fare una donazione dal sito di ephemera.life o direttamente QUI.

Una presentazione di Angelo Chiacchio
In una sua vecchia bio, Angelo si presentava così:

Nato in Basilicata (Episcopia, 1986) ma cresciuto come designer e fotografo in Europa. Oggi vive a Parigi dove con lo studio Nodesign ricerca il passato della tecnologia per immaginarne il futuro con mostre e prodotti innovativi.
La fotografia è il suo appiglio e occhio sul presente. Con il progetto personale italiasenzatempo.it racconta l’Italia di oggi e l’Italia di sempre.

Si può dire che la narratività temporale sul territorio è un chiodo fisso!

Vi propongo una vecchia intervista che avevo fatto ad Angelo Chiacchio, datata 2016. E già si aleggiava di Ephemera.

Ephemera

Un documentario mobile su un mondo che stiamo perdendo.
Un progetto di Angelo Chiacchio.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Intervista a Pamela Barsky

Intervista a Pamela Barsky

Slogan da pochette Pamela Barsky e le sue creazioni tra arte e fashion. Borsette da gadget feticista sulle quali c'è sempre una frase, che sia dedicata alla sua città del cuore, New York o in stile battuta ironica che rispecchia le nostre nevrosi quotidiane. Città New...

leggi tutto